Concorsi e premi

Ogni anno la SIOeCHF bandisce concorsi e premi orientati ai giovani, che saranno attribuiti ai congressi SIO annuali.

Art. 47 – Ogni anno la Società bandisce un premio unico intitolato a tre delle sotto riportate donazioni; ne specifica gli argomenti e ne stabilisce l’importo complessivo: 

– Bilancioni: per un lavoro sperimentale di interesse O.R.L.; 
– Caliceti: per un lavoro di chirurgia nell’ambito O.R.L.; 
– Citelli: per un lavoro di patologia dell’orecchio medio; 
– Ferreri: per un lavoro di patologia laringea; 
– Gradenigo: per un lavoro di patologia dell’orecchio interno; 
– Pietrantoni: per un lavoro di cancerologia in O.R.L. 


Il premio prevede un primo, un secondo ed un terzo classificato. La suddivisione del premio verrà fatta in modo che al primo spettino quattro settimi, al secondo due settimi, al terzo un settimo dell’importo complessivo. Il Consiglio Direttivo può istituire premi e borse di studio da assegnare per concorso e con precise finalità nei limiti discrezionali del proprio bilancio. Il Consiglio Direttivo può accettare donazioni di Soci, di Privati o di Enti che intendano istituire dei premi, sempre che siano consoni alle finalità della Società. Nel caso in cui il donatore desideri istituire un premio “una tantum” dovrà versare una somma pari almeno ad un settimo dell’importo complessivo del premio bandito dalla Società per quell’anno. Nel caso in cui il donatore desideri istituire un premio “permanente” dovrà versare alla Società una somma il cui reddito triennale sia pari al 50% del valore del premio bandito dalla Società per l’anno in corso. Il numero dei premi messi in palio ed il loro ammontare viene stabilito di anno in anno dal Consiglio Direttivo della S.I.O. All’inizio di ogni anno sociale i Soci vengono informati, sia attraverso l’Organo di Stampa Ufficiale che con lettera circolare, dei premi posti in palio e delle modalità concorsuali.

Art. 48 – Possono concorrere ai premi i Soci in regola con le quote sociali; sono esclusi i Direttori di Clinica e di Strutture complesse ospedaliere. I lavori in palio debbono essere indirizzati al Segretario della Società in busta chiusa, contraddistinta da un motto. Nella stessa busta dovrà essere contenuta una seconda busta chiusa con nome, cognome ed indirizzo del concorrente e la dichiarazione di essere Socio della S.I.O. in regola con la quota sociale. I lavori debbono essere originali; vengono automaticamente esclusi dal premio se pubblicati in precedenza anche in parte. Le opere concorrenti debbono essere presentate in un originale e  8 fotocopie e giungere al Segretario della S.I.O. entro la fine del mese di febbraio (farà fede la data del timbro postale). I lavori pervenuti al Segretario dopo tali termini vengono automaticamente esclusi dal premio stesso.

Art. 49 – Entro il 31 marzo viene nominata, su proposta dei Consigli Direttivi dell’A.O.O.I. e dell’A.U.O.R.L., la Commissione giudicatrice dei premi costituita da sei membri effettivi e due supplenti, 4 ospedalieri e 4 universitari. Il Segretario della S.I.O. assiste la Commissione per l’assegnazione dei premi. Il Segretario ha il compito di far pervenire in tempo utile a ciascuno dei Componenti la commissione giudicatrice una copia dei lavori concorrenti. Ogni Commissario prepara una relazione scritta contenente la votazione in decimi e un breve commento su ogni elaborato a concorso. La Commissione viene riunita e presieduta dal Presidente della S.I.O. nel corso del Congresso Nazionale; il Presidente riceve le sei relazioni scritte e redige la graduatoria in base alla votazione in sessantesimi (ottenuta da ogni elaborato sommando i voti assegnati dai singoli Commissari). Il giudizio della Commissione è inappellabile. Al termine del Congresso il Presidente dà comunicazione dei premi assegnati, leggendone le motivazioni.

Art. 50 – I lavori premiati possono essere pubblicati, a giudizio del Comitato di Redazione, sull’Organo Ufficiale di Stampa della Società con precisa menzione del premio ottenuto. Il Segretario invierà l’ammontare del premio al vincitore, unitamente ad un attestato firmato dal Presidente in carica.

Art. 51 – Per concorrere a borse di studio i concorrenti dovranno inviare al Segretario entro il 28 febbraio i propri titoli ed eventuali pubblicazioni unitamente ad un piano di ricerca. Le borse di studio hanno durata annuale. L’assegnazione delle borse di studio verrà decisa da una Commissione nominata dal Consiglio Direttivo alla quale il Segretario farà pervenire tutta la documentazione inerente i singoli candidati, almeno un mese prima dell’inizio del Congresso. La Commissione prende le proprie decisioni a maggioranza semplice. Il giudizio è inappellabile. La comunicazione dell’assegnazione delle borse di studio viene fatta pubblicamente dal Presidente, a chiusura del Congresso. Il Candidato cui è stata attribuita la borsa di studio si impegna a presentare alla Presidenza una relazione scritta sull’attività svolta.

SIOeChCF

Società Italiana di Otorinolaringologia
e Chirurgia Cervico-Facciale
Via L. Pigorini, 6
00162  – Roma
Italia
Privacy & Cookie Policy
Cod. Fiscale e P.IVA: 96216490589